«24 ore per il Signore»: maratona notturna di preghiere e confessioni

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
image_pdfimage_print

Torna anche quest’anno «24 Ore per il Signore», la maratona di confessioni e adorazione eucaristica promossa dal Pontificio consiglio per la nuova evangelizzazione, che si terrà tra il 4 e il 5 marzo. Oltre al chiesino di San Paolo e alla cappella della Sacra Famiglia – dove è possibile pregare il Santissimo Sacramento tutto il giorno tutti i giorni dell’anno – hanno aderito per questa edizione anche la Cattedrale, la Basilica delle Carceri e le parrocchie di Sant’Agostino, Vaiano e Santa Cristina a Pimonte.

 

Inizio ufficiale alle ore 18 di venerdì, con la messa in duomo presieduta dal Vescovo. Da quel momento sarà possibile confessarsi e avvicinarsi all’adorazione eucaristica nelle chiese elencate in precedenza fino a mezzanotte. Il chiesino di San Paolo sarà invece aperto tutta la notte cone le confessioni che riprenderanno alle 4, mentre alla Sacra Famiglia e a Santa Cristina a Pimonte ci si potrà confessare per tutta la notte. Nelle altre chiese l’adorazione e le confessioni riprenderanno al mattino di sabato 5 marzo fino alle ore 18,30, orario della messa conclusiva dell’evento, celebrata dal vicario generale mons. Nedo Mannucci alla Basilica delle Carceri.

 

«24 ore per il Signore» nasce a livello nazionale due anni fa dal Pontificio Consiglio per la nuova evangelizzazione, retto da mons. Rino Fisichella; tale è stato successo che l’iniziativa è stata ripetuta fino ad oggi. In Vaticano l’inizio ufficiale quest’anno sarà con la messa di Papa Francesco nella Basilica di San Pietro alle ore 17.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail