8 settembre: il programma della Festa, quest’anno in edizione speciale

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Tutto pronto per la festa dell’8 settembre, che quest’anno, causa Covid sarà vissuta in modo particolare. La prima grande novità riguarda la sera: non ci sarà la sfilata dei figuranti per le vie del centro storico, il Corteggio si svolgerà in piazza Duomo con la presenza di alcuni gruppi storici. Prima dell’Ostensione della Sacra Cintola, momento clou della festa, in programma alle 22,30, l’Amministrazione comunale ha deciso di premiare medici, infermieri, farmacisti e volontari della protezione civile con il Gigliato d’Oro per il grande e prezioso impegno svolto nel periodo più difficile della pandemia. Poi la sorpresa: Simone Cristicchi e la cantautrice pratese Amara si esibiranno in piazza. Non solo, il cantautore romano, vincitore del Festival di Sanremo 2007, al termine dell’ostensione eseguirà il brano tradizionale «Dell’aurora tu sorgi più bella» in onore della Madonna. Il pubblico non potrà essere fisicamente presente, ma potrà seguire tutta la serata (e non solo, vedi articolo nella pagina accanto) in diretta e in esclusiva su Tv Prato.
Come sempre la festa della Natività di Maria inizia al mattino con il solenne pontificale, presieduto quest’anno dal vescovo di Grosseto Rodolfo Cetoloni. Ma andiamo con ordine e vediamo il programma della festa partendo dai giorni precedenti.

 
I pellegrinaggi delle comunità religiose
In preparazione alla festa sono in programma i pellegrinaggi in cattedrale, quest’anno non delle parrocchie, come avvenuto in passato, ci saranno le comunità religiose maschili presenti in diocesi. Ogni giorno, alle 17,30 recita del rosario e alle 18 celebrazione della messa all’altare maggiore della cattedrale e al termine processione verso la Cappella del Sacro Cingolo con omaggio alla reliquia mariana. Partecipano: Comunità dei Francescani Minori (1 settembre), Ricostruttori nella Preghiera (2 settembre), Congregazione dell’Oratorio (3 settembre), Istituto del Verbo Incarnato (4 settembre) e Comunità dei Sacramentini (7 settembre). Sabato 5 la messa è celebrata dal canonico Giuseppe Abeti. Martedì 8 alle 7,30 pellegrinaggio della parrocchia di San Lorenzo a Campi Bisenzio e alle 8,30 pellegrinaggio a piedi, con partenza dalle rispettive chiese, delle comunità parrocchiali di San Pietro e della Visitazione a Galciana.

 

 

 

Mons. Cetoloni

Il pontificale della Natività di Maria
Il mattino di martedì 8 settembre alle 10,30 solenne pontificale presieduto da monsignor Rodolfo Cetoloni, vescovo di Grosseto. Concelebra il vescovo Giovanni Nerbini e il clero diocesano. Partecipa in forma ufficiale le Amministrazioni comunale e provinciale. Al termine della messa, sul sagrato della cattedrale, offerta dei ceri alla Madonna del Sacro Cingolo da parte del Comune di Prato. La Sacra Cintola sarà mostrata ai fedeli presenti in cattedrale.  Alla messa delle ore 18, presieduta da monsignor Nerbini, sarà presente anche il cardinale Ernest Simoni che ha chiesto di poter partecipare inviando una lettera alla segreteria del Vescovo. Albanese, 91 anni, è stato imprigionato per 25 anni dal regime e papa Francesco lo ha creato cardinale nel 2016.

 

 

 

L’esposizione della Sacra Cintola
La Sacra Cintola sarà esposta alla venerazione dei fedeli dalle ore 15 alle 18 di domenica 6 settembre, dalle 15 alle 17 di lunedì 7 e per l’intera giornata dell’8. Sarà possibile entrare nella Cappella e fermarsi davanti al Sacro Cingolo per un breve momento, ma senza poter toccare né baciare la reliquia.

 
A sera Corteggio e Ostensione
Alle 20,30 inizierà lo speciale Corteggio 2020. Una edizione particolare perché deve fare i conti con le misure anti Covid. In piazza Duomo l’omaggio alla Sacra Cintola sarà fatto da dieci gruppi storici, tutti del territorio, con esibizione di sbandieratori e schermidori medievali. In piazza, oltre alle autorità cittadine, ci sarà posto per 150 persone. Il Comune ha pensato di invitare rappresentanti del sistema di Protezione civile e del sistema sanitario, volontari e professionisti che si sono impegnati in prima persona per sostenere la città durante la pandemia. A nome loro ritireranno il Gigliato d’Oro, tra le massime onorificenze del Comune, Paolo Diani come coordinatore della rete di Protezione civile, e Paolo Morello Marchese, direttore della Asl Toscana Centro. Poi sarà il momento delle esibizioni canore di Simone Cristicchi e Amara.
Alle 22,30 è in programma il rito dell’ostensione della Cintola officiato dal vescovo Nerbini. I testimoni della cerimonia sono il nuovo prefetto Lucia Volpe, il nuovo comandante dei carabinieri di Prato colonnello Francesco Zamponi, Simone Cristicchi e Amara. Come prevede il secolare rito monsignor Nerbini mostrerà il Sacro Cingolo per tre volte all’interno e all’esterno del duomo.
La festa si concluderà con uno spettacolo musicale di luci laser «sparate» nel cielo.

 

 

 

image_pdfimage_print
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail