Azione Cattolica in pellegrinaggio a Boccadirio. 50 km a piedi nel nome di Maria

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
image_pdfimage_print

Cinquanta chilometri dividono Prato da Boccadirio, un tragitto, passando dai monti della Calvana, dal Tavianella e poi lungo la valle che scende al santuario, che anche quest’anno sarà percorso in pellegrinaggio dall’Azione Cattolica. Sabato 23 e domenica 24 aprile si rinnova una tradizione ultra trentennale in onore di Maria. La partenza infatti è dalla Cappella del Sacro Cingolo al luogo dove 536 anni fa apparve la Madonna a due piccoli pastorelli. La partecipazione, fino a un massimo di 75 posti, è aperta a tutti. Il pernottamento è previsto al paese di Montecuccoli, l’organizzazione offrirà ai pellegrini una pasta calda per la cena.

 

Ecco il programma: sabato 23 ritrovo alle 10 in duomo, partenza e pranzo alle 12,30 a Valibona, alle 18 arrivo a Monteccuoli. Domenica si riparte alle 6 con arrivo al santuario alle 13; alle 16 celebrazione della messa.

 

È possibile partecipare anche in altre forme: si può raggiungere e unirsi al gruppo a Montepiano (partenza in bus alle 7,30 dal tribunale) oppure andare direttamente a Boccadirio (ritrovo ore 9 sempre al tribunale). È possibile anche andare da Baragazza al santuario a piedi.

 

Giovedì 21 aprile in San Domenico, sede diocesana di Ac, si tiene l’incontro di preghiera in preparazione al pellegrinaggio. Si tratta del termine ultimo per le iscrizioni e il momento della consegna dei sacchi a pelo per il pernottamento a Montecuccoli.

 

Per informazioni e iscrizioni: acprato@gmail.com.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail