«Canta la sua Misericordia». In San Francesco la rassegna dei cori gospel

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
image_pdfimage_print

«Chi canta prega due volte», recita una famosa frase di Sant’Agostino. Da sempre la musica sacra ha rappresentato per la Chiesa una preghiera per far elevare i cuori e le menti a Dio. Con questo spirito la Diocesi di Prato ha promosso una rassegna corale per celebrare in modo gioioso il Giubileo della Misericordia. Non a caso i canti in programma appartengono a un genere ritmico e fisico, molto diffuso e amato anche in Italia: il gospel. Venerdì 7 ottobre, con inizio alle 21,15 nella chiesa di San Francesco si esibiranno cinque corali provenienti da Prato, Firenze e Livorno.

Sul palco, allestito sul presbiterio della chiesa, si alterneranno il Jubilation Gospel Choir di Livorno, i fiorentini For Joy Gospel Choir e One Voice Gospel Choire, per finire, i nostrani The Gospel Fire Choir e i Golden Gospel Choir, quest’ultimo composto da dieci bambini. I due cori pratesi sono entrambi diretti a Patrizia Calussi, insegnante di canto e direttrice artistica di questa rassegna giubilare intitolata «Canta la sua Misericordia». Conduce la giornalista Giulia Ghizzani.

 

patrizia calussi

 

«La serata – spiega Patrizia Calussi – vedrà affiancati il gospel tradizionale e quello contemporaneo: nel primo caso parliamo di sonorità più moderate ed essenziali, mentre nel secondo si tratta di suoni moderni, dove il gospel è stato evidentemente contaminato dal genere pop o talvolta da tendenze tipiche della musica latina. I questo caso si parla, appunto, di gospel contemporaneo o “pop gospel”. La bellezza di questo canto credo che risieda nella possibilità di pregare emozionandosi e usando il proprio corpo: diventa fondamentale la gestualità, oltre alla tecnica vocale».

Tutti i cori, dopo essersi esibiti, si riuniranno sul finire della serata per cantare insieme «Total praise», un tra i più celebri brani della tradizione gospel. Non mancherà un accenno di «Amazing Grace», pezzo che i «Fire Choir» di Patrizia Calussi intonarono lo scorso 10 novembre al momento della discesa di papa Francesco dall’elicottero allo stadio Lungobisenzio, in occasione della sua storica visita alla città.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail