Domani a Prato il convegno regionale di pastorale sociale e del lavoro

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
image_pdfimage_print

Si tiene domani (sabato 24 gennaio) a Prato l’incontro di verifica dei «Cattolici protagonisti», il percorso iniziato nel marzo 2012 a Firenze, come frutto concreto della Settimana sociale di Reggio Calabria (2010) e che ha visto nel maggio 2013, a Pistoia, la prima Settimana sociale dei cattolici toscani.
All’incontro, che si tiene nell’auditorium della Camera di Commercio, parteciperanno duecento delegati provenienti da tutte le Diocesi della Toscana. La tappa pratese si inserisce nel cammino convocato e pensato dalla Conferenza episcopale toscana per studiare e progettare «energie nuove» e dare «una boccata di aria fresca alle nostre strutture, alle nostre abitudini pastorali, alle mentalità con cui guardiamo e andiamo incontro all’uomo di oggi e ai suoi bisogni», spiega padre Antonio Airò, responsabile regionale della Pastorale sociale e del lavoro.

I lavori cominciano al mattino, alle 9,30, con la preghiera iniziale presieduta dal vescovo mons. Franco Agostinelli. Dopo l’introduzione di padre Antonio Airò ci sarà una condivisione di quanto fatto nelle varie Diocesi dopo il convegno di Pistoia nei quattro ambiti di impegno: lavoro ed economia, politica e istituzioni, famiglia e scuola, immigrazione e giovani.

Nel pomeriggio, alle 14,30, è atteso l’intervento di mons. Giancarlo Bregantini, presidente della Commissione Cei per i problemi sociali e il lavoro, che darà un contributo alla riflessione. Conclude la giornata, intorno alle 17, mons. Giovanni Santucci, vescovo di Massa-Carrara, Pontremoli, delegato Cet per la pastorale sociale e del lavoro.

Per rivedere tutto il percorso dei cattolici toscani: www.cattoliciprotagonisti.it; Twitter: @CattoliciProtag.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail