Domani la prima “Messa per Prato”

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
image_pdfimage_print

«Vorrei che la nostra Chiesa fosse eco e megafono delle attese e delle speranze dei pratesi». Con questo auspicio il vescovo Franco lo scorso 26 dicembre lanciò la proposta di celebrare, ogni mese in cattedrale, una «Messa per Prato». L’idea è quella di ritrovarsi tutti, dalle parrocchie ai gruppi e alle associazioni, per pregare ogni volta per una intenzione diversa. Si comincia domani, sabato 31 gennaio alle 18, per una messa secondo questo tema: pace, concordia e liberazione da ogni schiavitù. Tematiche che riprendono il messaggio lanciato nel corso della fiaccolata di venerdì scorso – «Non più schiavi ma fratelli», era lo slogan della manifestazione – e si uniscono alla «Giornata per la vita» che si celebra questo fine settimana in tutte le chiese. A questo primo appuntamento sarà presente il sindaco Matteo Biffoni in rappresentanza dell’Amministrazione comunale. Ma anche i volontari del Centro di aiuto alla vita e del Movimento per la vita.
Già stabiliti i temi e le altre date della «Messa per Prato». Le celebrazioni, sempre di sabato, sono in programma il 21 febbraio (per la famiglia e la sua identità umana e cristiana), il 21 marzo (per il lavoro), il 18 aprile (per i giovani e l’educazione, in occasione della professione di fede dei diciottenni) e infine il 23 maggio, in occasione della veglia di Pentecoste, sul tema del Convegno ecclesiale nazionale di Firenze: «In Gesù Cristo il nuovo umanesimo». Tutte le «Messe» saranno trasmesse da Tv Prato, che tutti i sabati alle 18 segue in diretta la prefestiva celebrata in cattedrale.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail