Mons. Agostinelli: “Quella di don Luca è una morte che ci addolora, perdiamo un sacerdote prezioso”

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
image_pdfimage_print

«Quella di don Luca è una morte che ci lascia interdetti e addolorati, ci coglie all’improvviso privandoci di un sacerdote prezioso». Sono le parole del vescovo di Prato monsignor Franco Agostinelli alla notizia della morte di don Luca Bongini, da nove anni parroco di San Pietro a Mezzana, scomparso improvvisamente questa mattina all’età di 56 anni. Da alcuni giorni il Vescovo si trova fuori città e in queste ore è in viaggio per fare ritorno verso Prato.

«Don Luca era un prete generoso, che si spendeva per la Chiesa ed era molto amato dai suoi parrocchiani, per la nostra Diocesi si tratta di una perdita molto dolorosa. Con lui – prosegue il Vescovo – avevo spesso uno scambio fraterno, insieme condividevamo gioie e preoccupazioni dei nostri rispettivi impegni pastorali, era una persona affidabile sulla quale potevamo sempre contare».

Mons. Agostinelli manda un pensiero anche al popolo di Mezzana che questa mattina si è svegliato senza il suo parroco: «Vi sono vicino e condivido con voi questo momento di dolore e di rammarico, sto pregando per voi e per don Luca. Intanto posso garantirvi che sarà mia premura assicurare quanto prima che la vita parrocchiale possa riprendere il suo cammino. Affidiamoci al Signore, ricordiamo nella preghiera anche le sorelle di don Luca che sempre gli sono state vicine condividendo la sua vita di sacerdote».

Monsignor Agostinelli sarà a Mezzana domani mattina, nel pomeriggio alle 18 celebrerà una messa in suffragio nella chiesa parrocchiale di San Pietro e venerdì mattina, alle 9,30, presiederà le esequie in cattedrale concelebrate dai sacerdoti della diocesi.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail