Oggi in Cattedrale i funerali di don Luca Bongini

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
image_pdfimage_print

In un duomo gremito di fedeli la Chiesa di Prato ha dato il suo ultimo saluto a don Luca Bongini, il parroco di Mezzana scomparso improvvisamente mercoledì 8 luglio all’età di 56 anni.

Questa mattina, venerdì 10 luglio, si sono tenuti in cattedrale i funerali del sacerdote presieduti dal vescovo Franco Agostinelli e concelebrati da moltissimi preti diocesani. Presente anche il vescovo emerito Gastone Simoni, salutato da monsignor Agostinelli all’inizio della messa: “Sono contento della tua presenza, la fatica e i dolori se vissuti insieme si sopportano meglio, grazie di essere qui con noi”.

La celebrazione è stata animata dai canti del coro parrocchiale di San Pietro a Mezzana; sul presbiterio, davanti all’altare, era posto il feretro con sopra una foto di don Luca, la stola, simbolo del suo servizio ministeriale, e una Bibbia, contenente la Parola di Dio che come sacerdote ha avuto il compito di vivere e annunciare. “Quella di don Luca – ha detto a questo proposito monsignor Agostinelli nella sua omelia – è stata una parola con la quale il Signore ci ha parlato. La sua vita è stata una parola di Dio per noi e lo ringraziamo per questo”. Il Vescovo ha sottolineato la grande presenza di fedeli al funerale, appartenenti alle comunità guidate da don Luca nel corso del suo sacerdozio, come Mezzana, Galcetello, San Giuseppe e Faltugnano in Valbisenzio, “Segno di affetto e di amicizia nei confronti di un prete che avete conosciuto e con il quale avete condiviso molti momenti della vostra vita”. Un pensiero poi è andato alle sorelle del sacerdote scomparso, Paola e Sandra, sedute in prima fila insieme ai familiari, “vi sono vicino – ha aggiunto il Presule – capisco il vostro dolore e lo smarrimento”.

Ricordando don Luca il Vescovo lo ha descritto come una persona “generosa, immediata, senza tanti fronzoli e dotata di un grande cuore, proprio come la sua terra d’origine”. Il sacerdote era nato il 25 ottobre 1958 in Maremma, a Roccastrada in provincia di Grosseto.
Ai mezzanesi presenti, da mercoledì improvvisamente orfani del proprio parroco, monsignor Agostinelli ha ricordato quanto sia importante adesso “raccogliere il testimone che vi ha lasciato don Luca, che le sue consegne e i suoi insegnamenti possano continuare a vivere nella vostra vita”.

Al termine del funerale il Vescovo ha nominato il vicario generale monsignor Nedo Mannucci amministratore parrocchiale di San Pietro a Mezzana,in attesa di decidere il nome del successore del sacerdote scomparso. Nel frattempo la cura pastorale è affidata al vice parroco don Marco Degli Angeli, giovane prete ordinato lo scorso 19 aprile.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail