Come prevenire le dipendenze, al via il corso «Puntini sulle i» per genitori e catechisti

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Nel 2017 a Prato si sono spesi 641 milioni di euro nel gioco d’azzardo. Una cifra altissima, che ci deve far riflettere sul fenomeno della ludopatia. «È anzitutto una questione educativa – afferma don Carlo Geraci, direttore dell’ufficio catechistico diocesano – e come tale va affrontata aiutando i nostri ragazzi a capire quali rischi si corrono se si adottano certi comportamenti». Il sacerdote fa riferimento alle dipendenze da droga e alcol, ma anche da uso compulsivo di internet, al bullismo e ai disturbi dell’alimentazione.

 

Si tratta di tematiche che verranno affrontate da esperti all’interno di un percorso di formazione che la Diocesi propone a catechisti, educatori e genitori, intitolato «Crescere nella conoscenza per un cambiamento culturale. Puntini sulle i». Il progetto nasce dalla fattiva collaborazione dell’ufficio catechistico assieme all’ufficio per la pastorale della salute, l’associazione medici cattolici e Acos, associazione cattolica operatori sanitari. «Insieme abbiamo preparato un calendario di appuntamenti aperti a tutte le persone interessate, nei quali approfondiremo questi argomenti e ci confronteremo per capire come agire in caso di bisogno», spiega ancora don Geraci.

 

In programma ci sono tre incontri che si terranno nel mese di febbraio alla parrocchia della Resurrezione in via Tommaso Pini e a marzo in quella di Tavola.

 

Si comincia venerdì primo febbraio parlando di alcol e cultura dello sballo, droghe e dipendenze, ma anche di fumo. Intervengono Antonella Manfredi, direttrice del SerD di Prato e dell’area dipendenze dell’Asl Toscana Centro e la dottoressa Maria Nincheri Kunz, presidente dei medici cattolici di Prato. Venerdì 15 febbraio l’argomento sarà gioco d’azzardo, ludopatia e cyber dipendenze con Antonella Manfredi e Delia Trotta, infermiera presso il dipartimento di educazione e promozione salute dell’Asl. Terzo incontro venerdì primo marzo con la psicologa e psicoterapeuta Carlotta Kunz e la responsabile dell’associazione cura comportamenti alimentari Marina Lenzoni parleranno di disturbi dell’alimentazione e bullismo.

 

Gli stessi incontri con i medesimi relatori saranno replicati a Tavola il 7, 14 e 21 marzo, questa volta di giovedì. L’inizio è alle ore 21,15.

 

image_pdfimage_print
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail