1

Don Epicoco: «Il nostro sogno è il sogno Dio». L’intervento all’incontro della Pastorale Familiare di Prato

Don Luigi Maria Epicoco è intervenuto in streaming ad un incontro organizzato dalla Pastorale familiare della Diocesi di Prato in preparazione del decimo incontro mondiale delle famiglie che si terrà a Roma dal 22 al 26 giugno 2022.

 

Prossimo appuntamento è per martedì 17 maggio alle 21,15 con padre Luca Frontali per parlare di «Mission possible. Il nostro sì: dono da vivere e missione da compiere». Clicca qui per partecipare

Ecco il video integrale del suo intervento




L’entusiasmo degli adolescenti pratesi all’incontro con papa Francesco

Lunedì di Pasqua, una piazza San Pietro stracolma degli 80mila ragazzi delle Diocesi d’Italia ha accolto papa Francesco, tra questi anche 250 adolescenti pratesi. La loro esperienza è raccontata in questo servizio realizzato da Asia Priolo per Tv Prato.




I giovani tornano a vivere la Via Crucis in preparazione alla Pasqua

Da piazza San Marco a piazza delle Carceri lungo viale Piave. In centro storico ieri sera, venerdì 8 aprile, è tornata la Via Crucis dei giovani in preparazione alla Pasqua dopo gli anni di stop legati alla pandemia. «È stato un momento di condivisione e di speranza» ha detto don Marco Degli Angeli responsabile della Pastorale Giovanile – Diocesi di Prato.  A guidare la processione il vescovo Giovanni Nerbini. Oltre un centinaio i partecipanti.

 

Le immagini nel video di Tv Prato




L’ordinazione sacerdotale di Andrea e Alessandro

La vocazione di Alessandro è nata tra i banchi di scuola, mentre quella di Andrea è maturata attraverso il suo costante impegno in parrocchia. I due nuovi sacerdoti della Chiesa di Prato hanno storie diverse ma sono accomunati dallo stesso obiettivo: «essere collaboratori della gioia di ognuno, delle persone che il Signore ci metterà a fianco». L’ordinazione si è tenuta sabato 22 gennaio 2022 nella cattedrale di Prato all’interno della celebrazione presieduta dal vescovo Giovanni Nerbini.




Inizia il Cammino sinodale a Prato, in San Domenico l’assemblea dei referenti parrocchiali

Anche nella diocesi di Prato è entrato nel vivo il cammino sinodale promosso dalla Chiesa italiana.
Nella chiesa di San Domenico il vescovo Giovanni Nerbini ha presieduto la prima assemblea generale dei referenti designati dalle parrocchie, dalle aggregazioni, dagli uffici e dagli organismi diocesani.

Questa condivisione basata sul confronto e sull’ascolto verterà sulla base di domande preparate dal Sinodo dei Vescovi. Il coordinamento di questo lavoro verrà svolto a Prato dall’equipe diocesana formata da: mons. Basilio Petrà e da un gruppo di laici. Toccherà a loro collegare, chiarire e coinvolgere le varie realtà in questo lavoro di raccolta delle esperienze.

Il materiale prodotto e le schede per la preparazione degli incontri da tenere in parrocchia e nelle associazioni saranno caricati sul sito della Diocesi nella sezione dedicata al cammino sinodale.




Convegno pastorale diocesano 2021

Registrazione integrale del Convegno pastorale diocesano, che si è tenuto nella chiesa di San Domenico il 6 ottobre 2021. Al centro della serata la relazione del vescovo Giovanni Nerbini, che ha illustrato il cammino della Chiesa di Prato.

 

👇 qui i documenti presentati al Convegno

 

 

La Chiesa di Prato in cammino. Sabato 16 ottobre l’apertura del Sinodo nella nostra Diocesi




Il vescovo Giovanni a piedi da Prato e Pistoia per l’Anno Santo Iacobeo

Zaino in spalla e bastone in pugno come pellegrini sono arrivati a Pistoia a piedi. Per celebrare San Giacomo Apostolo, patrono della Chiesa pistoiese, il vescovo Giovanni Nerbini ha scelto di fare un pellegrinaggio tra le due Diocesi, vicine e un tempo unite, insieme ai due neo diaconi Alessandro Ventura e Andrea Tarocchi e ai due seminaristi pratesi Alessandro Tacconelli e Alessio Nencetti. Il gruppo è partito dal duomo di Prato ed è arrivato alla cattedrale di San Zeno dove Nerbini ha presieduto la messa.

Sotto il servizio di Tv Prato realizzato grazie alle immagini messe a disposizione da Tvl Pistoia




Corpus Domini 2021, il mandato ai giovani animatori degli oratori parrocchiali

Il ritorno e la ripartenza. La solennità del Corpus Domini ha rappresentato per la comunità ecclesiale di Prato l’occasione di ritrovarsi nuovamente insieme per la celebrazione della messa e la volontà di dar vita a un nuovo inizio. Questa sera in ottocento – seicento persone a sedere e circa duecento in piedi, nel rispetto delle norme anti Covid – si sono radunati in piazza Duomo per fare memoria della presenza di Cristo nella Eucarestia: il «Corpus Domini», una festa nella quale gruppi, associazioni, movimenti e laici rinnovano la propria appartenenza alla Chiesa.

C’erano anche duecento giovani, ai quali il Vescovo ha impartito il mandato di animatori per l’imminente inizio degli oratori estivi. Quest’anno sono venti le parrocchie pratesi nelle quali si vivrà l’esperienza dell’Estate Ragazzi. «Con lo sguardo di Gesù – ha detto Nerbini – vogliamo ritrovare il nostro posto accanto ai bambini, agli adolescenti ed ai giovani che in questo tempo hanno sofferto tantissimo e pagato uno dei prezzi più alti per l’isolamento. Vogliamo riscoprire insieme a loro la bellezza di vivere, l’allegria del gioco e dello scherzo, l’avventura dell’amicizia e il miracolo della scoperta che c’è un padre che ci ama e che non ci lascia mai soli».




Mons. Petrà presenta «Noi ci siamo», il servizio della Chiesa di Prato rivolto alle persone omosessuali

«È da molto tempo che la Diocesi di Prato aveva in mente di fare qualcosa del genere – spiega monsignor Petrà – e l’impulso decisivo è stato Amoris Laetitia di papa Francesco dove è scritto che “ogni persona, indipendentemente dal proprio orientamento sessuale, va rispettata nella sua dignità e accolta con rispetto, con la cura di evitare ogni marchio di ingiusta discriminazione”». La Chiesa pratese dunque si inserisce in questa direzione: «quella di accompagnare le persone omosessuali perché possano avere gli aiuti necessari per comprendere e realizzare pienamente la volontà di Dio nella loro vita», sottolinea mons. Petrà.




Carlo Acutis a Prato. La catechesi del vescovo Giovanni sul Beato millennial

Una catechesi nel segno del Beato Carlo Acutis. È quella tenuta dal vescovo Giovanni per i bambini del catechismo.

L’occasione per riflettere è doppia: l’avvicinarsi della Pasqua e l’arrivo della reliquia del giovane beato che sarà esposta in San Domenico. Si tratta di alcuni capelli di Carlo, il ragazzo morto a soli 15 anni per una leucemia fulminante, noto come «il beato millennial» in quanto, nativo digitale, aveva fatto della rete un vero e proprio strumento di evangelizzazione.

La reliquia era stata richiesta dalla Diocesi di Prato ed è stata ottenuta tramite la Fondazione Carlo Acutis e Antonia Salzano, mamma del giovane. Si tratta di una delle prime reliquie di Acutis che sono state affidate a una diocesi e verrà esposta in uno degli altari della chiesa di San Domenico.




Don Armando Matteo: «Oggi c’è bisogno di una cultura samaritana contro il prevalere di un giovanilismo sfrenato»

Don Armando Matteo, saggista e teologo, è intervenuto con questo contributo video all’incontro del vescovo Giovanni con i consigli pastorali parrocchiali del 12 febbraio 2021.

 

 




I laici nella Chiesa al tempo della pandemia – Incontro del vescovo Giovanni con i consigli pastorali parrocchiali

In diretta dalla cattedrale di Prato il vescovo Giovanni Nerbini ha tenuto un incontro per i laici impegnati nelle nostre parrocchie. L’appuntamento che si è tenuto venerdì 12 febbraio 2021 è andato in onda su Tv Prato e in diretta streaming sulle pagine Facebook della Tv e della Diocesi. Era possibile intervenire da casa scrivendo su Whatsapp. Conduce Giacomo Cocchi.




Papa Francesco ai catechisti: “Puntate sempre in alto, sostenuti dalla misericordia del Padre”

«Cari catechisti, vi chiedo di non perdere entusiasmo. Come gli artigiani, anche voi siete chiamati a plasmare l’annuncio con creatività. Non cedete allo scoraggiamento e allo sconforto. Puntate sempre in alto, sostenuti dalla misericordia del Padre. Il Papa v’incoraggia e vi sostiene».

 

Qui il testo integrale del messaggio di Francesco ai catechisti

 




Arriva il nuovo Messale, ci sono novità ma la Messa… non cambia

Don Marco Pratesi, direttore della Scuola diocesana di teologia spiega in questo video realizzato da Tv Prato quali sono i cambiamenti inseriti nel nuovo Messale che potrà essere utilizzato nella nostre chiese a partire da domenica 29 novembre, prima domenica d’Avvento




Scuola diocesana di teologia, la prolusione del Vescovo Nerbini

«Il problema della libertà: tra vangelo e sensibilità moderna». È il titolo della prolusione della scuola diocesana di teologia per l’anno 2020-2021 tenuta dal vescovo Giovanni Nerbini. A causa delle restrizioni dovute all’emergenza sanitaria che stiamo vivendo, l’intervento si è tenuto a porte chiuse ed è stato trasmesso sulle pagine Facebook di Tv Prato (che ha curato la diretta) e della scuola di teologia.

 

Sopra il video con l’intervento integrale di monsignor Nerbini

 

Qui la pagina della Scuola diocesana di teologia

 




La genesi della Pastorale giovanile!

La Pastorale giovanile si presenta! ma soprattutto l’equipe capitanata da don Marco Degli Angeli annuncia che… stanno lavorando per noi! Non è un momento facile quello che stiamo vivendo ma le iniziative per i giovani non si fermano. A partire dal primo novembre, ogni giorno, sul canale YouTube di Pastorale giovanile verrà pubblicato e condiviso un breve video con il commento alla Parola di Dio. Un modo per rimanere connessi durante questo tempo nel quale siamo invitati a vivere distanziati, ma non per questo lontani.




Insieme e in parrocchia. Le indicazioni del Vescovo per l’anno pastorale 2020-2021

Con il Convegno pastorale riprendono le attività della Chiesa di Prato. Il vescovo Giovanni Nerbini ha tracciato il cammino della comunità ecclesiale attraverso un intervento letto durante la seconda serata del Convegno. Sotto il servizio di Tv Prato – che ha trasmesso in diretta l’evento – dedicato alle parole di monsignor Nerbini.

 




8 settembre 2020: l’ostensione del Sacro Cingolo e l’omaggio a Maria di Cristicchi e Amara

L’ostensione della Sacra Cintola sotto lo sguardo degli operatori sanitari e dei volontari della protezione civile e l’omaggio a Maria in musica di Simone Cristicchi e Amara. Sono i due momenti che rimarranno nella memoria dell’8 settembre 2020. Una edizione particolare, inedita, segnata dalle norme anti Covid che non hanno permesso di aprire la piazza alla devozione dei fedeli. Ma i pratesi hanno potuto comunque seguire il secolare rito attraverso la diretta di Tv Prato.

Poi, prima della conclusione, mons. Nerbini ha detto: «Ecco, chiediamo al Signore di aiutare tutti in questo momento e in questi tempi di trovare la forza di reagire, a trovare la strada per uscire insieme».

Nel video – immagini di Tv Prato – i momenti salienti dell’ostensione

 




«Maria ci presti il suo sguardo perché possiamo vincere l’indifferenza». Il Rosario per l’Italia nella Cappella del Sacro Cingolo

«Maria ci presti il suo sguardo perché possiamo vincere l’indifferenza». È la preghiera che il vescovo Nerbini ha fatto rivolgendosi alla Madonna nella Cappella del Sacro Cingolo in occasione del Rosario per l’Italia andato in onda in prima serata su Tv2000.

 

La sintesi nel servizio di Tv Prato




Corpus Domini, l’appello del Vescovo: «Costruiamo insieme il puzzle della città futura»

«La Chiesa pratese c’è: le nostre porte sono aperte e i nostri tavoli sono disponibili, nella libertà e nella distinzione dei ruoli. Questa città che ha le risorse per ripartire e ripartire prima degli altri, come è stato scritto bene, deve fare uno scatto adesso, immaginando il proprio futuro». È un vero e proprio appello a Prato quello lanciato dal vescovo Giovanni Nerbini nell’omelia della messa del Corpus Domini celebrata la sera di giovedì 11 giugno in piazza Duomo.

 

«È essenziale riprendere in mano singolarmente e comunitariamente il nostro destino superando comode deleghe per metterci insieme intorno ad un tavolo o a più di uno, e comporre il puzzle della nostra città futura che riguarda tutti», ha aggiunto Nerbini.




Domenica di festa per il ritorno alle Messe festive con il popolo

Le telecamere di Tv Prato sono andate a vedere come le parrocchie di Santa Maria del Soccorso e di San Pietro a Mezzana si sono organizzate nella prima domenica di ritorno alle celebrazioni dopo la sospensione dello scorso 8 marzo. Il servizio di Maddalena Ciambellotti




Il messaggio del Vescovo per la Settimana Santa: «Rimettiamo al centro la Parola di Dio»

Il vescovo Giovanni ha registrato un messaggio per tutti i pratesi in occasione dell’inizio della Settimana Santa.
L’invito di mons. Nerbini, in questo difficile momento di emergenza sanitaria, nel quale non si possono tenere celebrazioni aperte al popolo, di rimettere al centro la Parola di Dio, «che fa chiarezza, distingue, a volte smaschera, oppure, indica con forza la realtà che nessuno potrà mai toglierci».




Seconda puntata di #restoinascolto: il Vescovo invita i giovani a riscoprire il valore del silenzio.

«Prendetevi dieci minuti per stare in silenzio e far risuonare le nostre grandi domande. Così sapremo volare alti. La carne è pesante ed è attratta dalla terra, lo spirito è fatto per volare». È uno dei messaggi che il vescovo Giovanni manda ai giovani pratesi attraverso Youtube.

La seconda puntata di #restoinascolto il ciclo di video riflessioni pensate per entrare in contatto con i ragazzi e le ragazze durante questa emergenza sanitaria che coincide con il tempo di preparazione alla Pasqua.

I giovani se lo desiderano possono interagire con il Vescovo inviando una email a restoinascolto@diocesiprato.it

La prossima puntata della serie verrà pubblicata mercoledì 15 aprile, dopo Pasqua. Ma i pensieri di monsignor Nerbini non si interrompono, anzi, diventano quotidiani. A partire da domani pubblicheremo «Un minuto con la Parola». A partire dalle ultime sette parole di Gesù in Croce il Vescovo offrirà ai ragazzi un brevissimo pensiero utile per la riflessione quotidiana.

Intanto ecco la seconda puntata di #restoinascolto

 

 




Uscita la prima puntata di #restoinascolto: il vescovo Nerbini per i giovani pratesi

«Stiamo vivendo un momento che ha letteralmente buttato all’aria la vita di tutti noi». Il vescovo Giovanni comincia con questa frase la prima puntata di #restoinascolto, il ciclo di video riflessioni pensate per entrare in contatto con i giovani pratesi durante questa emergenza sanitaria che coincide con il tempo di preparazione alla Pasqua.

È stato un gruppo di ragazzi, in maniera semplice e spontanea, a chiedere a monsignor Nerbini di registrare dei brevi video contenenti degli spunti per vivere al meglio questi giorni di Quaresima. Non si tratta della solita catechesi, i giovani hanno proposto al Vescovo di entrare in contatto con lui, di poter fare domande e di condividere riflessioni. Da qui l’hashtag, che è anche un indirizzo email, restoinascolto@diocesiprato.it.

L’iniziativa è realizzata in collaborazione con l’Ufficio diocesano per le Comunicazioni sociali.

I video saranno caricati ogni mercoledì fino a Pasqua sul canale YouTube Diocesi Prato. L’invito è quello di condividerli attraverso gli account social e le chat di Whatsapp dei gruppi giovanili parrocchiali.