Archivi tag: Cei

image_pdfimage_print
Nunzio Galantino

Il segretario della Cei Nunzio Galantino al Convegno pastorale diocesano

Le prospettive della Chiesa italiana alla vigilia del Giubileo e le intuizioni di Papa Francesco contenute nell’enciclica «Laudato Si’». Sono questi i due punti al centro del prossimo Convegno diocesano, un appuntamento che per la diocesi di Prato rappresenta il momento ufficiale di ripartenza dell’anno pastorale.

Si comincia martedì 15 settembre alle 21,15 nella chiesa di San Francesco: relatore sarà monsignor Nunzio Galantino, segretario generale della Cei. Invitato dal vescovo Agostinelli, il numero due della Conferenza episcopale italiana è stato chiamato a presentare gli importanti e delicati passaggi che attendono la Chiesa il prossimo autunno, come il Sinodo sulla famiglia in programma a ottobre, il Convegno ecclesiale di Firenze, con la visita del Papa a Prato nel mese di novembre (Francesco sarà nella nostra città martedì 10) e l’apertura dell’anno della Misericordia in programma l’8 dicembre, per l’Immacolata Concezione (nella nostra città sarà il 13 dicembre). E proprio «Chiesa luogo di Misericordia» è il titolo del suo incontro, con chiaro riferimento al Giubileo. Naturalmente non mancherà da parte di mons. Galantino un commento e una esortazione ai fedeli pratesi sul nuovo anno pastorale in diocesi, quello che secondo il piano triennale predisposto da mons. Agostinelli sarà l’anno dell’«agire», del cambiamento concreto per le comunità parrocchiali chiamate a interpretare e vivere la realtà di oggi.

Il giorno successivo, mercoledì 16, sempre alle 21,15 in San Francesco, la serata sarà dedicata alla lettera enciclica «Laudato Si’», scritta dal Papa per far riflettere la Chiesa e il mondo sul creato inteso come casa comune da curare e amare. A introdurre, attraverso una lettura teologica del testo, interverrà padre Guidalberto Bormolini, sacerdote e monaco dei Ricostruttori nella Preghiera, specializzato in antropologia teologica. Il religioso, che vive a Santa Maria in Acone (Pontassieve) alle pendici del monte Giovi, è autore del libro «I Santi e gli animali. L’eden ritrovato», proprio dedicato al rapporto tra il mondo animale e le vicende bibliche.
A seguire la meditazione sui temi dell’enciclica diventa culturale ed emozionale con lo spettacolo di Elisabetta Salvatori, che proporrà un percorso poetico basato sulle storie di Santa Caterina da Siena e Beatrice da Pian degli Ontani. Originaria della Versilia, l’attrice Elisabetta Salvatori è conosciuta e apprezzata per la sua arte di narratrice di storie e vicende che si intrecciano con la realtà e la fantasia. Al Convegno pastorale racconterà la vita di due donne, Caterina Benincasa, la santa mistica patrona d’Italia e d’Europa, e Beatrice Bugelli, chiamata anche la poetessa pastora, vissuta nell’Ottocento sulla Montagna pistoiese nota per i suoi simpatici e allo stesso tempo profondi componimenti popolari. Il racconto si snoda partendo dalla morte e percorre a ritroso le loro vite, rivelando l’intima, seducente affinità delle due storie. Parlare di loro è entrare nel mistero di sapienze sorprendenti, di povertà trasformata, di bellezza come valore assoluto, di talento, di amore di terra e di cielo e, naturalmente, di fede.