Archivi tag: migrantes

image_pdfimage_print

Colora la tua estate di solidarietà! Ecco le proposte della Diocesi per i giovani

«Colora la tua estate di solidarietà!». È l’invito che la Diocesi rivolge ai giovani proponendo per questa estate alcune esperienze di servizio e campi estivi per ragazzi e ragazze desiderosi di mettersi in gioco per gli altri. Le iniziative sono promosse da Pastorale Giovanile, Caritas, Missio e Migrantes.

 

Ecco le proposte: «48 ore senza compromessi» dal 28 al 30 giugno: giovani e servizio di solidarietà nel territorio cittadino (per informazioni padre Matteo 348-1025751).
Misericordia di Forte dei Marmi dal 12 al 19 luglio: condivisione di percorsi con i richiedenti asilo per comprendere la storia di chi lascia la propria terra (don Reji 366-1103405).
Comunità «Il Casolare» di Sanfatucchio (PG) dal 19 al 25 luglio: incontrare persone ai margini che attraverso relazioni buone e lavoro a contatto con la natura stanno recuperando se stessi (Alessandro 338-2320762).
Villaggio «Il Cimone» a Cutigliano (PT) dal 1 al 7 agosto: una settimana di esperienza di gruppo insieme al vescovo Giovanni a cura della Pastorale Giovanile (don Marco 333-5886116).
Caritas della Chiesa Cattolica armena ad Atene dal 3 al 10 settembre: conoscere le storie di giovani greci e rifugiati, anche attraverso la realizzazione di laboratori (Chiara 339-1349921).

 

«Lavorare insieme è una ricchezza – dicono i promotori – permette uno scambio di visioni e, come dice anche lo slogan citato all’inizio, consente un po’ a tutti di colorare la propria estate (e speriamo la vita futura) di solidarietà».

Il volantino in formato pdf

 

 

 

Due iniziative per il mese missionario: mercatino in piazza e festa dei popoli

Ottobre è il mese tradizionalmente dedicato alle missioni. Anche quest’anno l’Ufficio missionario diocesano ha promosso una serie di iniziative coinvolgendo la Caritas e la pastorale dei migranti. Due sono gli eventi in programma: domenica 14 ottobre è il giorno del mercatino missionario e domenica 21 ottobre si tiene la consueta festa dei popoli.

 

Il primo appuntamento, quello del 14 ottobre, è l’occasione per far conoscere alcune delle tante realtà missionarie presenti a Prato e nelle parrocchie. Dalle 9 alle 18 in piazza San Francesco verranno allestiti degli stand che metteranno in vendita oggetti provenienti dalle missioni o creati appositamente per il mercatino per sostenere le attività di aiuto nelle varie regioni del mondo. «Nella nostra diocesi sono attivi più di dieci gruppi – spiega Eleonora Fracasso, responsabile dell’ufficio diocesano assieme ai coniugi Grifasi – e non sono poche le parrocchie che hanno una sensibilità missionaria e sono tante le iniziative promosse per dare una mano a chi ha bisogno».

 

La domenica successiva, il 21 ottobre, alle 16, al teatro del convitto Cicognini va in scena l’annuale festa dei popoli organizzata da Caritas con Migrantes e Ufficio missionario. In una città dove convivono ormai da anni più di 120 nazionalità diverse è importante avere occasioni di incontro e di conoscenza reciproca. Il programma del pomeriggio di festa è in via di definizione, sono previsti momenti con musica, danze e canti tradizionali di vari paesi. Inoltre ci saranno testimonianze che racconteranno l’accoglienza di uno straniero in un paese diverso dal proprio. I profughi parleranno di come l’Italia si è presa cura di loro e alcuni giovani pratesi parleranno della loro esperienza di missione all’estero. La festa è il primo evento del progetto diocesano Apri (accogliere, proteggere, promuovere, integrare) legato alla campagna Cei «Liberi di partire, liberi di restare».

I dati del dossier Caritas/Migrantes presentati a Prato

Si intitola la «Cultura dell’incontro» ed è la presentazione dei dati contenuti nel dossier Caritas/Migrantes, il rapporto statistico annuale sullo stato dell’immigrazione in Italia.

 

Il documento verrà discusso anche a Prato domani, sabato 15 ottobre, alle 10, presso la Biblioteca Lazzerini. Dopo i saluti iniziali del vescovo Agostinelli e del sindaco Biffoni, è previsto l’intervento di Oliviero Forti, dell’ufficio immigrazione di Caritas italiana.
A seguire Maurizio Ambrosini, dell’Università di Milano, dipartimento di Studi sociali e politici, discute de «L’immigrazione oltre Lampedusa: i profili inattesi di un fenomeno dai molti volti». Poi ci sarà spazio per le domande e le osservazioni del pubblico presente. Modera Francesco Paletti, ricercatore e curatore del capitolo Toscana del dossier.

Con la Festa dei Popoli inizia l’«Ottobre Missionario». Tutte le iniziative

Sul palco ci saranno canzoni e danze provenienti da tutto il mondo. Si alterneranno ballerine dello Sri Lanka ed egiziane, cantanti cinesi e marocchini. Un gruppo di richiedenti asilo ospiti in città farà ascoltare dei brani reggae e rap. Non solo, ci sarà anche l’energia della Rut Band e una sfilata di moda curata da Noè Maggini, stilista di origine sinti che vive al campo nomadi di Prato, chiamato a presentare la sua nuova collezione.
Non poteva che chiamarsi «Mille volti, una sola città», l’edizione 2016 della Festa dei Popoli, la manifestazione promossa quest’anno da Caritas, Migrantes e Centro missionario. Le tre realtà diocesane si sono messe insieme per promuovere una «cultura dell’incontro» e una conoscenza reciproca a partire dalle diverse realtà che ogni giorno convivono in una città multietnica e multiculturale come Prato.

 

L’appuntamento, aperto a tutta la città, è per domenica 2 ottobre. Secondo questo programma: alle 10 celebrazione della messa internazionale presieduta dal vescovo Franco Agostinelli in San Domenico. Partecipano le comunità cattoliche straniere di Prato, che animeranno la celebrazione con canti e preghiere in lingua. Alle 13 c’è il pranzo comunitario in Sant’Anna. Mentre dalle 9 alle 18, in piazza Duomo i gruppi e le associazioni missionarie di Prato allestiranno degli stand con vendita di artigianato proveniente da tutto il mondo. Ci sarà anche la mostra fotografica con immagini dedicate all’impegno missionario dei pratesi. Nel pomeriggio, dopo le 15, spazio alla musica in piazza Duomo. In caso di pioggia lo spettacolo si terrà nel teatro del Convitto Cicognini.

 

I colori e le musiche della Festa dei Popoli daranno il via alle iniziative dell’«Ottobre Missionario 2016». Gli altri appuntamenti sono in programma giovedì 15 ottobre alle 10 nella sala conferenze della Biblioteca Lazzerini, con la presentazione del dossier Caritas/Migrantes. Dopo i saluti di monsignor Agostinelli, interverranno Oliviero Forti dell’ufficio immigrazione di Caritas Italiana e Maurizio Ambrosini dell’Università di Milano, con una relazione su «L’immigrazione oltre Lampedusa: i profili inattesi di un fenomeno dai molti volti». Modera l’incontro Francesco Paletti, ricercatore e curatore del capitolo Toscana del dossier. In evidenza i dati sul fenomeno dell’immigrazione riguardanti Prato e il suo territorio.
Infine, giovedì 20 ottobre, ci sarà la veglia di preghiera missionaria alle ore 21,15 nella chiesa di Galcetello.