Archivi tag: San Francesco di Sales

image_pdfimage_print

Il vescovo Franco incontra i giornalisti pratesi: «Anche la buona notizia merita attenzione»

«Anche la buona notizia merita attenzione. Quella che fa crescere, costruisce e realizza. Il mondo ha bisogno di semi e testimonianze di speranza». È l’invito rivolto dal vescovo Franco Agostinelli ai giornalisti pratesi, invitati come ogni anno a celebrare assieme la festa di San Francesco di Sales, patrono degli operatori della comunicazione.

 

Mons. Agostinelli ha presieduto la messa, concelebrata dal vicario generale mons. Nedo Mannucci nella mattinata di oggi, sabato 28 gennaio, nella chiesa del Seminario vescovile di Prato. All’iniziativa, promossa dall’Ufficio diocesano per le Comunicazioni sociali diretto da Gianni Rossi, hanno partecipato una sessantina tra giornalisti, fotografi, operatori tv e blogger di Prato o che lavorano nelle redazioni cittadine.

 

L’omelia del Vescovo è stata incentrata sui temi posti da papa Francesco nel messaggio scritto in occasione della Giornata Mondiale delle Comunicazioni Sociali 2017, rivolto in particolare a tutti coloro che lavorano nel mondo dei media e dell’informazione.

 

«La lettera di Francesco ci invita a “Comunicare speranza e fiducia nel nostro tempo”, le sue sono parole quanto mai importanti in un mondo, come quello di oggi, dove ci sono tante persone smarrite – ha affermato mons. Agostinelli –, come giornalisti siete chiamati a diffondere le notizie in modo capillare e completo, dovete attenervi, giustamente, alla cronaca. Ma non dimenticate che la complessità della vita non è fatta solo di cattive notizie, ci sono anche quelle buone. Esistono vicende, fatti e storie che possono rappresentare motivo di fiducia e speranza nel futuro. Impegniamoci per raccontarle e diffonderle. Occorre però trovarle e dargli una giusta collocazione», ha osservato il Presule.

 

Al termine della messa mons. Agostinelli ha consegnato ai giornalisti il testo del messaggio scritto da papa Francesco. La festa si è conclusa con il pranzo e con la tradizionale foto di gruppo del Vescovo assieme ai presenti.

 

sales 2017 foto di gruppo

giubileo dei giornalisti 2016 omelia vescovo agostinelli

A Prato il Giubileo dei giornalisti in occasione del patrono San Francesco di Sales

«Nel vostro lavoro ricercare la verità non è facile, ma è una decisione vitale, che deve segnare profondamente l’esistenza di ciascuno e anche della società, perché sia più giusta, perché sia più onesta». È l’invito che il vescovo Franco Agostinelli ha rivolto questa mattina, sabato 23 gennaio, ai giornalisti pratesi in occasione della festa di San Francesco di Sales, patrono degli operatori della comunicazione. Nel suo messaggio mons. Agostinelli ha ripreso un passaggio del discorso pronunciato da Papa Francesco a Prato, in occasione della visita del pontefice in città lo scorso 10 novembre.

«Le parole del Santo Padre erano rivolte a tutti – ha detto il Vescovo durante la messa – ma certamente possono riguardare da vicino il mestiere del giornalista, che quotidianamente ha il compito di raccontare il presente. Il mio augurio è che possiate sempre coniugare la verità con la bontà e la bellezza. Solo così una comunicazione può essere completa».

 

Quest’anno la ricorrenza, promossa dall’Ufficio diocesano per le Comunicazioni sociali, ha coinciso con l’Anno Santo della Misericordia e così è stato lo stesso monsignor Agostinelli a definire il tradizionale appuntamento con la stampa come il «Giubileo dei giornalisti». La mattinata di festa è iniziata con una messa celebrata nella Cattedrale di Prato ed è proseguita con il pranzo al Seminario vescovile.

 

Giubileo dei giornalisti 2016

 

Nella sua omelia il Vescovo ha voluto ringraziare i giornalisti per il grande lavoro svolto durante la visita del Papa in città: «Se le parole di Francesco hanno avuto risonanza nazionale e internazionale è stato grazie anche alla vostra opera, siete stati eco del suo bellissimo messaggio di incoraggiamento e di speranza. Un discorso che Prato deve ancora assimilare e che sarà al centro delle nostre riflessioni nei tempi a venire».

 

Infine monsignor Agostinelli ha voluto sottolineare un aspetto riguardante la comunicazione degli eventi ecclesiali da parte dei media. «Raccontare i fatti della Chiesa non è certamente più complicato che scrivere di politica o di cronaca – ha osservato il Vescovo – però i primi hanno un aspetto particolare che non dovreste mai dimenticare: quello della fede. Ricordatevi che la Chiesa, pur se una istituzione umana, ha una natura spirituale e il suo vissuto concreto, al di là delle gioie e degli errori che può commettere, va letto ponendosi sempre in quest’ottica».

 

A tutti i giornalisti presenti è stata regalata una copia dell’enciclica «Laudato Sì’» di Papa Francesco.