I ragazzi e il post pandemia, come aiutarli a crescere

Facebooktwitterpinterestmail

Quattro incontri per capire come sostenere e accompagnare i ragazzi e le ragazze ad affrontare tutte le difficoltà che la pandemia ha lasciato nella loro testa e nel loro cuore. Dipendenze, paura della solitudine, problemi relazioni e uso corretto dei social network, sono le tematiche che saranno presentate e discusse in questo ciclo promosso dall’Ufficio di pastorale sanitaria insieme ad altri organismi diocesani: Pastorale giovanile, della famiglia, Comunicazioni sociali, delle persone con disabilità, Ufficio catechistico, quello dell’Educazione e della Scuola, Consulta per le aggregazioni laicali e poi Medici cattolici, Acos, Asl Toscana Centro e Polizia di Stato.

 

L’idea nasce non soltanto dal contatto con i giovani che frequentano la scuola, le parrocchie e il mondo dell’associazionismo, ma anche dall’invito che il vescovo Giovanni ha rivolto alla comunità ecclesiale dal pulpito di Donatello nel giorno del Corpus Domini. In quella occasione monsignor Nerbini si era detto preoccupato per l’utilizzo «smodato e smisurato di certa tecnologia», in particolare dei social network, da parte dei minori. Questa riflessione si aggiunse alla richiesta, pronunciata durante il convegno pastorale dello scorso anno, di collaborare tra uffici pastorali, movimenti e gruppi per individuare ambiti di intervento «a servizio delle realtà più sensibili della società».

Ecco il programma dei quattro incontri, che si tengono il sabato mattina nei locali della Chiesa di San Domenico, dalle 9,30 alle 11,30.

 

Sabato 7 ottobre, Gioco d’Azzardo e Internet Addiction. Interventi e relatori: attualità nelle dipendenze da gioco d’azzardo patologico (Antonella Manfredi, direttore del SerD di Prato); Internet Addiction (Elena Dolfi, psicoloco SerD di Prato); Comunicazione vs Dis-comunicazione in età giovanile (Maurizio Bellini, psichiatra e psicoterapeuta).

 

Sabato 3 febbraio (nuova data), Disagio giovanile post Covid. Interventi e relatori: ho paura di essere solo: ascoltare l’infanzia e adolescenza nella solitudine post pandemica (Roberto Troisi, psicologo e psicoterapeuta, esperto in famiglia, adolescenza e maltrattamenti familiari).

 

Sabato 17 febbraio, Cyberbullismo. Interventi e relatori: Cyberbullismo e relazioni digitali disfunzionali (a cura del Cosc, Centro operativo per la sicurezza cibernetica della Polizia Postale).

 

Sabato 16 marzo, Opportunità e strumenti per una buona comunicazione social.  Interventi e relatori: Vincenzo Grienti, responsabile web di Tv2000, Guido Mocellin, giornalista e saggista, Giacomo Cocchi, ufficio diocesano per comunicazioni sociali.

 

Gli incontri sono moderati da Stefania Cecchi, direttore dell’Ufficio diocesano di Pastorale sanitaria e vedranno la partecipazione del vescovo Giovanni Nerbini.

Facebooktwitterpinterestmail