Archivi tag: roma

image_pdfimage_print

Ruta Mariana, Roma e Terra Santa: Le proposte dell’Ufficio pellegrinaggi

Tre proposte di pellegrinaggio lanciate dall’Ufficio diocesano pellegrinaggi per il prossimo autunno. La prima prevede la visita ai santuari di Montserrat, Torreciudad e Lourdes dal 19 al 24 settembre. Si tratta di un cammino sulle tracce di Maria, una cosiddetta «Ruta Mariana», antico percorso che abbraccia cinque tra i più celebri santuari mariani europei e che parte dalla Spagna, attraversa Andorra e giunge infine in Francia, ai piedi dei Pirenei. In particolare a Montserrat, nei pressi di Barcellona, sarà possibile visitare i luoghi delle apparizioni; come la grotta in cui la Vergine è apparsa a Bernadette a Lourdes, lasciando il dono dell’acqua miracolosa. Questo itinerario ogni anno vede la presenza di 12 milioni di pellegrini. «La Ruta Mariana- spiega Joaquìn Bellido Millàn, promotore della Ruta – è un percorso sia per i credenti che per gli appassionati di bellezze artistiche del territorio. Infatti i paesaggi che caratterizzano i santuari sono davvero unici. Basti pensare ai Pireni, che circondano più di uno di questi luoghi sacri, o la bellezza del parco naturale della montagna di Montserrat, dove si venera la “Moreneta” (la statua della Madonna nera conservata nella Basilica del monastero ndr)». Iscrizioni entro il 31 luglio.
Il 15 ottobre 2016 è in programma un pellegrinaggio a Roma in occasione dell’anno Giubilare della Misericordia, seconda proposta dell’Ufficio pellegrinaggi della Diocesi.

 

Terza e ultima proposta è il pellegrinaggio in Terra Santa, che avrà inizio il 28 dicembre 2016 e si concluderà il 4 gennaio 2017. Nel programmare questo pellegrinaggio l’Ufficio diocesano ha accolto l’appello del vescovo di Grosseto, monsignor Rodolfo Cetoloni, che ha lanciato per primo la proposta di organizzare visite in Terra Santa nel periodo delle festività natalizie, per permettere a tutti i fedeli, anche a chi ha impegni lavorativi, di prendere parte al pellegrinaggio. Sarà possibile dare la propria adesione entro il 30 giugno. Per avere tutte le informazioni sui pellegrinaggi è sufficiente recarsi presso l’Ufficio diocesano di Piazza Lippi, 34, il martedì, il giovedì dalle ore 10 alle ore 12 oppure chiamare il numero 0574-930630.

Un sorriso e un primo saluto del Santo Padre

Pellegrinaggio diocesano a Roma per ringraziare Papa Francesco della sua visita a Prato

Ultimi giorni per prenotarsi al pellegrinaggio diocesano a Roma. Mercoledì 18 maggio la Chiesa di Prato parteciperà all’udienza del Papa in piazza San Pietro. L’iniziativa è stata promossa per ringraziare Francesco della sua visita in città. Quello vissuto il 10 novembre scorso è stato un momento storico ed emozionante per le migliaia di pratesi, che affollarono le strade e le piazze attraversate dalla papamobile.
Chiunque volesse partecipare all’incontro con il Santo Padre è ancora in tempo. L’organizzazione è a cura dell’ufficio diocesano pellegrinaggi coordinato da don Giancarlo Innocenti. La prima cosa da fare è sentire il proprio parroco, ci sono pullman che partono direttamente da alcune parrocchie, altrimenti per informazioni e iscrizioni si può chiamare l’ufficio pellegrinaggi al numero 0574-930630, oppure recarsi in piazza Lippi 34, l’ufficio è aperto il martedì e il giovedì dalle 10 alle 12.
Il programma della giornata prevede la partenza con i bus alle 3 del mattino dal parcheggio vicino al McDonald’s, oppure presso una parrocchia indicata. L’arrivo in piazza San Pietro è previsto alle 7,30, poi alle 9,30 Francesco inizierà il proprio giro di saluti ai pellegrini con la papamobile. Nel pomeriggio, dopo la pausa pranzo, in programma una messa presieduta dal vescovo Agostinelli e concelebrata dai sacerdoti presenti all’interno della Basilica all’altare della cattedra. La quota, comprensiva del solo viaggio, è di 35 euro. Il ritorno a Prato è previsto in serata.

Cresimandi pratesi

Cresimandi in pellegrinaggio a Roma con il Vescovo Franco

Quattrocentocinquanta persone in pullman verso Roma, cresimandi con le loro famiglie in viaggio nell’anno giubilare della Misericordia. Un momento di raccoglimento ma anche di condivisione, per stare insieme e riflettere su un passaggio tra i più importanti nella vita di un cristiano: appunto, la Cresima.

È il senso con cui, ormai da qualche anno, l’Ufficio catechistico diocesano di Prato organizza il pellegrinaggio rivolto ai giovani che, nell’anno in corso, hanno ricevuto o si preparano a ricevere il sacramento della confermazione. L’appuntamento è per sabato 16 aprile.

 

Lo scorso anno la meta fu Assisi, con oltre 300 presenze; quest’anno, complice la coincidenza del Giubileo straordinario, l’obiettivo non poteva non essere Roma, e a Roma, San Pietro e la Porta Santa. Questa volta la partecipazione registra il proprio record, corrispondente ai 2/3 dei ragazzi cresimati in diocesi nel 2016.

 

«È un momento particolare, e che vediamo sta raccogliendo sempre più consensi e presenze – racconta don Gianni Gualtieri, il direttore dell’Ufficio catechistico che organizza il pellegrinaggio – tra i ragazzi è un appuntamento che si sta diffondendo, è un modo per stare insieme con tutte le parrocchie, anche perché non tutti i gruppi parrocchiali hanno momenti specifici in cui si ritrovano insieme e questa invece è una bella occasione».

 

Il programma prevede la partenza di buon mattino alle 5,30; l’arrivo a Roma con un passaggio alla Porta di San Paolo fuori le mura; poi a San Pietro, dove il gruppo seguirà le indicazioni giubilari di un tragitto a piedi da Castel Sant’Angelo alla Porta Santa. Poi, la partecipazione alla messa. Del gruppo faranno parte giovani cresimati o cresimandi che riceveranno il sacramento entro l’anno; insieme con loro anche le famiglie e i catechisti.

 

In partenza ci saranno nove autobus, sui quali saliranno le seguenti parrocchie: Figline, Narnali, San Giovanni Bosco, Chiesanuova, Coiano, Tobbiana, Resurrezione, San Paolo, Pietà, Sant’Agostino, San pietro a Iolo, Castellina, Schignano, San Giusto, Santi Martiri e i ragazzi dell’oratorio di Sant’Anna.